The paper focuses on a field research carried out in the Province of Siena, Italy. The research aims to investigate deeply the broad field of identity self-ascriptions of migrants and asylum seekers coming from predominantly Muslim countries. Since 11 September 2001, both media and also governmental institutions have built up classificatory processes, often on an exclusively religious basis, aimed at amassing different men and women in a single community, the "Muslims". Quite to the contrary, the narratives produced by the migrants themselves and their descendants have made it possible to draw a mosaic of identities often consisting of many elements of different relevance. Identitarian choices and affiliations are very often individual, and not the obligatory outcome of the dictates of a common, original and shared religious or political culture.

Un’inchiesta sul terreno condotta nella Provincia di Siena si è posta l’obiettivo di esplorare l’ampio campo delle auto-ascrizioni identitarie dei migranti e richiedenti asilo, provenienti da Paesi a prevalenza musulmana. Dall’11 Settembre 2001 sia i media, sia le istituzioni hanno progressivamente messo in campo processi classificatori etnicizzanti spesso su base esclusivamente religiosa tesi a rinchiudere uomini e donne molto diversi fra loro in un’unica comunità di “musulmani”. L’attento ascolto dei discorsi e delle narrazioni degli uomini e delle donne intervistate ha permesso di restituire, al contrario, un mosaico identitario costituito spesso da molti tasselli a cui loro stessi attribuiscono rilevanza diversa. Scelte, identità ed appartenenze si affermano come frutto di un processo individuale, e non frutto obbligato dei dettami di una comune cultura religiosa o politica, originaria e condivisa.

LENZI GRILLINI, F., & Li Causi, L. (2021). Musulmani di stato, musulmani per tradizione, musulmani per scelta: persone. ILLUMINAZIONI, 56, 19-70.

Musulmani di stato, musulmani per tradizione, musulmani per scelta: persone

Filippo Lenzi Grillini
;
2021

Abstract

Un’inchiesta sul terreno condotta nella Provincia di Siena si è posta l’obiettivo di esplorare l’ampio campo delle auto-ascrizioni identitarie dei migranti e richiedenti asilo, provenienti da Paesi a prevalenza musulmana. Dall’11 Settembre 2001 sia i media, sia le istituzioni hanno progressivamente messo in campo processi classificatori etnicizzanti spesso su base esclusivamente religiosa tesi a rinchiudere uomini e donne molto diversi fra loro in un’unica comunità di “musulmani”. L’attento ascolto dei discorsi e delle narrazioni degli uomini e delle donne intervistate ha permesso di restituire, al contrario, un mosaico identitario costituito spesso da molti tasselli a cui loro stessi attribuiscono rilevanza diversa. Scelte, identità ed appartenenze si affermano come frutto di un processo individuale, e non frutto obbligato dei dettami di una comune cultura religiosa o politica, originaria e condivisa.
LENZI GRILLINI, F., & Li Causi, L. (2021). Musulmani di stato, musulmani per tradizione, musulmani per scelta: persone. ILLUMINAZIONI, 56, 19-70.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MUSULMANI-DI-STATO-MUSULMANI-PER-TRADIZIONE-MUSULMANI-PER-SCELTA_PERSONE.pdf

non disponibili

Tipologia: PDF editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 540.91 kB
Formato Adobe PDF
540.91 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/1149056