The aim of this paper is to focus the reader’s attention on the «mobile» use of iTunesU and the «USiena» model, as future compensatory tools. Starting from multimedia learning theories, a mobile course model was designed (the «USiena» model) and an experimental method was used to carry out a «pilot study» with 32 dyslexic students. The goal of the experimentation was to investigate how iTunesU, associated with the «USiena» model, influences learning. The experimental hypothesis was that the proposed design solution would favour content transmission compared to the «talking book» (similar to a model defined in the article as «Audio Only»), improving learning and thus (iTunesU and the «USiena» model) proving a potential compensatory tool for the future. Two video contents were produced (with the «USiena» model) and two audio contents were recorded, then the level of learning was compared («USiena» vs. «Audio Only»). The obtained results confirmed the experimental hypothesis.

L’obiettivo del presente articolo è quello di porre l’attenzione del lettore sull’utilizzo «mobile» di iTunesU e del modello «USiena» come futuri strumenti compensativi. Partendo dalle teorie sull’apprendimento multimediale, è stato progettato un modello di corso mobile (modello «USiena») ed è stato utilizzato il metodo sperimentale per effettuare uno «studio pilota» con 32 studenti dislessici. Lo scopo della sperimentazione era di indagare in che modo iTunesU in associazione al modello «USiena» siano in grado di influenzare l’apprendimento. L’ipotesi sperimentale era che la soluzione progettuale proposta avrebbe favorito la trasmissione dei contenuti rispetto al «libro parlato» (assimilabile a un modello definito nell’articolo «Solo audio»), proponendosi (iTunesU e modello «USiena») come un possibile strumento compensativo del futuro. Sono stati prodotti due contenuti video utilizzando il modello «USiena», sono stati registrati due contenuti audio ed è stato comparato il livello di apprendimento («USiena» vs. «Solo audio»). I risultati ottenuti hanno confermato l’ipotesi sperimentale.

Giardi, A. (2017). ItunesU e modello “USiena”: una nuova prospettiva per l’apprendimento in mobilità degli studenti con dislessia?. DISLESSIA, 14(2), 213-236 [10.14605/DIS1421704].

ItunesU e modello “USiena”: una nuova prospettiva per l’apprendimento in mobilità degli studenti con dislessia?

Antonio, Giardi
2017-01-01

Abstract

L’obiettivo del presente articolo è quello di porre l’attenzione del lettore sull’utilizzo «mobile» di iTunesU e del modello «USiena» come futuri strumenti compensativi. Partendo dalle teorie sull’apprendimento multimediale, è stato progettato un modello di corso mobile (modello «USiena») ed è stato utilizzato il metodo sperimentale per effettuare uno «studio pilota» con 32 studenti dislessici. Lo scopo della sperimentazione era di indagare in che modo iTunesU in associazione al modello «USiena» siano in grado di influenzare l’apprendimento. L’ipotesi sperimentale era che la soluzione progettuale proposta avrebbe favorito la trasmissione dei contenuti rispetto al «libro parlato» (assimilabile a un modello definito nell’articolo «Solo audio»), proponendosi (iTunesU e modello «USiena») come un possibile strumento compensativo del futuro. Sono stati prodotti due contenuti video utilizzando il modello «USiena», sono stati registrati due contenuti audio ed è stato comparato il livello di apprendimento («USiena» vs. «Solo audio»). I risultati ottenuti hanno confermato l’ipotesi sperimentale.
Giardi, A. (2017). ItunesU e modello “USiena”: una nuova prospettiva per l’apprendimento in mobilità degli studenti con dislessia?. DISLESSIA, 14(2), 213-236 [10.14605/DIS1421704].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2017 - iTunesU e modello USiena una nuova prospettiva per apprendimento in mobilità degli studenti con dislessia.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: PDF editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 148.6 kB
Formato Adobe PDF
148.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11365/1024380