Come nel contratto anche nella procedura concordataria preventiva potremmo trovarci dinanzi a fattispecie nelle quali si assiste ad una deviazione dal presupposto oggettivo e/o dai fini istituzionali dell’istituto. Questi ultimi sono: il soddisfacimento dei creditori e, nella versione del concordato in continuità, però subordinatamente alla realizzazione del primo fine, la conservazione dei valori aziendali. Potremmo trovarci dinanzi ad ipotesi di abuso del concordato che presume un utilizzo strumentale della procedura per raggiungere un obbiettivo diverso da quello stabilito dalla legge.

Pacchi, S. (2015). L'abuso del diritto nel concordato preventivo. GIUSTIZIA CIVILE(4), 789-816.

L'abuso del diritto nel concordato preventivo

PACCHI, STEFANIA
2015-01-01

Abstract

Come nel contratto anche nella procedura concordataria preventiva potremmo trovarci dinanzi a fattispecie nelle quali si assiste ad una deviazione dal presupposto oggettivo e/o dai fini istituzionali dell’istituto. Questi ultimi sono: il soddisfacimento dei creditori e, nella versione del concordato in continuità, però subordinatamente alla realizzazione del primo fine, la conservazione dei valori aziendali. Potremmo trovarci dinanzi ad ipotesi di abuso del concordato che presume un utilizzo strumentale della procedura per raggiungere un obbiettivo diverso da quello stabilito dalla legge.
Pacchi, S. (2015). L'abuso del diritto nel concordato preventivo. GIUSTIZIA CIVILE(4), 789-816.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L'abuso del diritto.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo su rivista
Tipologia: PDF editoriale
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 305.37 kB
Formato Adobe PDF
305.37 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11365/996979