La giustificazione paternalistica di norme