Relativamente all’epoca della massima fioritura del commento, vengono evidenziate, con osservazioni e riflessioni, una serie di interessanti peculiarità riguardanti le opere dei giuristi italiani trasmesse dai manoscritti urgellensi, quali una serie di letture di Mariano Sozzini, l’attribuzione ad Angelo degli Ubaldi dell’ordinamento alfabetico della cosiddetta Margarita Baldi, la presenza di Tindaro Alfani e via dicendo

Maffei, P. (2010). I codici urgellensi e la giurisprudenza italiana fra Tre e Quattrocento. Appunti su alcune particolarità. TIJDSCHRIFT VOOR RECHTSGESCHIEDENIS, 78, 383-395.

I codici urgellensi e la giurisprudenza italiana fra Tre e Quattrocento. Appunti su alcune particolarità

MAFFEI, PAOLA
2010

Abstract

Relativamente all’epoca della massima fioritura del commento, vengono evidenziate, con osservazioni e riflessioni, una serie di interessanti peculiarità riguardanti le opere dei giuristi italiani trasmesse dai manoscritti urgellensi, quali una serie di letture di Mariano Sozzini, l’attribuzione ad Angelo degli Ubaldi dell’ordinamento alfabetico della cosiddetta Margarita Baldi, la presenza di Tindaro Alfani e via dicendo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/8852
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo