Lo studio fa il punto sulle fonti che possono rivelare l'uso, non nei testi letterari o amministrativi bensì negli scambi quotidiani, delle varie lingue dei Paesi-Bassi borgognoni ai tempi di Carlo Quinto (francese regionale, wallone/piccardo; francese centrale; latino; dialetti fiamminghi, "thiois"; spagnolo, tedesco), e sulle testimonianze di (relativamente scarse) competenze di bilinguismo o plurilinguismo.

Schoysman, A.A. (2008). Pays-Bas bourguignons, 1500: l'archipel des langues. FRANCO-ITALICA, 339-348.

Pays-Bas bourguignons, 1500: l'archipel des langues.

SCHOYSMAN, ANNE ANGELE
2008

Abstract

Lo studio fa il punto sulle fonti che possono rivelare l'uso, non nei testi letterari o amministrativi bensì negli scambi quotidiani, delle varie lingue dei Paesi-Bassi borgognoni ai tempi di Carlo Quinto (francese regionale, wallone/piccardo; francese centrale; latino; dialetti fiamminghi, "thiois"; spagnolo, tedesco), e sulle testimonianze di (relativamente scarse) competenze di bilinguismo o plurilinguismo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/8088
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo