-- Nel Novecento la danza in India sale sul palcoscenico. Dal rito allo spettacolo - Danza moderna e orientalismo. Un caso teatrale in epoca post-coloniale --. La tradizione coreutica hindu, dettagliatamente documentata già nel Natya Shastra, non può essere considerata come un fenomeno culturale unitario ma piuttosto come un vero e proprio sistema multiplo di saperi performativi in cui si sommano tecniche rituali e tecniche teatrali. A partire dai primi secoli dopo Cristo, con la diffusione della cultura indiana verso l'Asia orientale, questo sistema coreutico ha contribuito in maniera profonda alla trasformazione del concetto stesso di danza in tutto il sud-est asiatico, dalla Birmania fino all'arcipelago indonesiano. Durante questo lungo processo di assimilazione della cultura indiana, ciascuna area geo-politica dell'Asia induista ha elaborato singoli e originali apparati simbolici in un complesso intreccio di credenze animistiche locali e modelli religiosi provenienti dall'India. Quando si parla della tradizione delle danze sacre hindu ci si riferisce in realtà a un sistema frammentario, ad una molteplicità di fenomeni che sono il prodotto di continue trasformazioni, di vere e proprie reinvenzioni di un presunto modello originario da sempre tramandato e insieme modificato e tradito.

DI BERNARDI, V. (2003). Riflessioni sull'eredità della danza hindu nel Novecento. BIBLIOTECA TEATRALE, 67-68, 179-194.

Riflessioni sull'eredità della danza hindu nel Novecento

DI BERNARDI, VITO
2003

Abstract

-- Nel Novecento la danza in India sale sul palcoscenico. Dal rito allo spettacolo - Danza moderna e orientalismo. Un caso teatrale in epoca post-coloniale --. La tradizione coreutica hindu, dettagliatamente documentata già nel Natya Shastra, non può essere considerata come un fenomeno culturale unitario ma piuttosto come un vero e proprio sistema multiplo di saperi performativi in cui si sommano tecniche rituali e tecniche teatrali. A partire dai primi secoli dopo Cristo, con la diffusione della cultura indiana verso l'Asia orientale, questo sistema coreutico ha contribuito in maniera profonda alla trasformazione del concetto stesso di danza in tutto il sud-est asiatico, dalla Birmania fino all'arcipelago indonesiano. Durante questo lungo processo di assimilazione della cultura indiana, ciascuna area geo-politica dell'Asia induista ha elaborato singoli e originali apparati simbolici in un complesso intreccio di credenze animistiche locali e modelli religiosi provenienti dall'India. Quando si parla della tradizione delle danze sacre hindu ci si riferisce in realtà a un sistema frammentario, ad una molteplicità di fenomeni che sono il prodotto di continue trasformazioni, di vere e proprie reinvenzioni di un presunto modello originario da sempre tramandato e insieme modificato e tradito.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
danza hindu nel 900.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.14 MB
Formato Adobe PDF
1.14 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/42059
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo