Il saggio offre una chiave di lettura per definire, valutare e classificare una specifica richiesta di nuovo capitale. In altri termini evidenzia le tipologie di sviluppi gestionali che inducono un'azienda ad assumere la decisione di varare un'operazione sul capitale a titolo oneroso. Il saggio si distingue dai filoni di studi più tradizionali che specialmente per le aziende bancarie dibattono sulla riforma della regolamentazione dei requisiti patrimoniali e sull'attitudine degli stessi a fronteggiare adeguatamente le diffuse situazioni di instabilità finanziaria. Il saggio con una logica rigorosamente economico-aziendale mira ad individuare i filtri interpretativi che saldano le condizioni di instabilità del governo aziendale alle riconducibili operazioni sul capitale con le quali gli amministratori mirano a correggere, ripristinare o rilanciare condizioni di equilibrio operativo. Il lavoro propone una successione di aree di riflessione che ricollocano nella giusta centralità lo studio di dette operazioni quando si deve valutare lo stato di salute d'azienda. le conclusioni si concentrano sull'opportunità che le operazioni sul capitale siano obbligatoriamente e preventivamente corredate da molte informazioni. Dette informazioni vanno nella direzione di richiamare il senso di responsabilità degli amministratori che le propongono e di accrescere la capacità valutativa da parte dei potenziali destinatari. **************************************************************************************************************** The paper describes a different approach to the definition, evaluation and classification of capital-raising activities. In other words, it aims to show the different types of business development strategies which stimulate companies to take on a capital-raising activity. This work does not fall under the traditional field study. It follows a scientific approach to interpret the connection between unstable business conditions and financing activities which are going to be carried out by management in order to correct volatility and reestablish operating stability. This condition is needed not only to understand the real motives behind equity transactions but also to determine if those financing activities are a reflection of sound management practices or indicative of reactive decision making. The conclusion focuses on the need of supportive information details for such activities in order to increase management’s responsibility and potential user’s evaluation ability.

Patane', M. (2012). Capitale proprio e ricapitalizzazioni. Fisiologia e Patologia. ECONOMIA E DIRITTO DEL TERZIARIO(2), 175-194.

Capitale proprio e ricapitalizzazioni. Fisiologia e Patologia

PATANE', MICHELE
2012

Abstract

Il saggio offre una chiave di lettura per definire, valutare e classificare una specifica richiesta di nuovo capitale. In altri termini evidenzia le tipologie di sviluppi gestionali che inducono un'azienda ad assumere la decisione di varare un'operazione sul capitale a titolo oneroso. Il saggio si distingue dai filoni di studi più tradizionali che specialmente per le aziende bancarie dibattono sulla riforma della regolamentazione dei requisiti patrimoniali e sull'attitudine degli stessi a fronteggiare adeguatamente le diffuse situazioni di instabilità finanziaria. Il saggio con una logica rigorosamente economico-aziendale mira ad individuare i filtri interpretativi che saldano le condizioni di instabilità del governo aziendale alle riconducibili operazioni sul capitale con le quali gli amministratori mirano a correggere, ripristinare o rilanciare condizioni di equilibrio operativo. Il lavoro propone una successione di aree di riflessione che ricollocano nella giusta centralità lo studio di dette operazioni quando si deve valutare lo stato di salute d'azienda. le conclusioni si concentrano sull'opportunità che le operazioni sul capitale siano obbligatoriamente e preventivamente corredate da molte informazioni. Dette informazioni vanno nella direzione di richiamare il senso di responsabilità degli amministratori che le propongono e di accrescere la capacità valutativa da parte dei potenziali destinatari. **************************************************************************************************************** The paper describes a different approach to the definition, evaluation and classification of capital-raising activities. In other words, it aims to show the different types of business development strategies which stimulate companies to take on a capital-raising activity. This work does not fall under the traditional field study. It follows a scientific approach to interpret the connection between unstable business conditions and financing activities which are going to be carried out by management in order to correct volatility and reestablish operating stability. This condition is needed not only to understand the real motives behind equity transactions but also to determine if those financing activities are a reflection of sound management practices or indicative of reactive decision making. The conclusion focuses on the need of supportive information details for such activities in order to increase management’s responsibility and potential user’s evaluation ability.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
patanè(175-194).pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 503.8 kB
Formato Adobe PDF
503.8 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/40971
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo