In un precedente lavoro (BARAzzuoLI et alii, 1994) gli autori hanno dimostrato la validità dell'utilizzo del deflusso stimato in base ad alcune grandezze fisiografiche (acclività, copertura vegetale, permeabilità) nella valutazione delle risorse idriche dei bacini idrografici caratterizzati da apporti esterni di acque sotterranee, come nel caso del F. Biferno (Molise). Nel presente lavoro, essi hanno effettuato un'ulteriore verifica attraverso lo studio idrogeologico dell'alto bacino del F. Sinni (Basilicata), che è invece interessato da perdite idriche sotterranee verso le aree limitrofe. Questo studio, basato soprattutto su calcoli di bilancio, ha ulteriormente consentito di verificare la corrispondenza tra il suddetto deflusso e quello totale ori-ginato dalle precipitazioni interne al bacino, al netto cioè dei quantitativi di acqua sotterranea scambiati con i bacini circostanti, confermando quindi l'efficacia della metodologia nella valutazione delle risorse idriche delle aree idrogeologicamente complesse e/o carenti di informazione. Lo studio ha anche permesso di stimare che l'infiltrazione totale interna al bacino del Sinni è mediamente dell'ordine dei 69.106 m3/anno, dei quali circa 39.106 m3/anno risultano in uscita per via sotterranea prevalentemente attraverso i suoi limiti sud-occidentali (massicci carbonatici del M. Sirino e del M. La Spina-M. Zaccana).

Barazzuoli, P., Izzo, S., Menicori, P., Rigati, R., & Salleolini, M. (1996). Uso del deflusso calcolato su basi fisiografiche nella stima delle risorse idriche dell'alto bacino del S. Sinni (Basilicata). BOLLETTINO DELLA SOCIETÀ GEOLOGICA ITALIANA, 115(2), 287-305.

Uso del deflusso calcolato su basi fisiografiche nella stima delle risorse idriche dell'alto bacino del S. Sinni (Basilicata)

BARAZZUOLI, PIERO;SALLEOLINI, MASSIMO
1996

Abstract

In un precedente lavoro (BARAzzuoLI et alii, 1994) gli autori hanno dimostrato la validità dell'utilizzo del deflusso stimato in base ad alcune grandezze fisiografiche (acclività, copertura vegetale, permeabilità) nella valutazione delle risorse idriche dei bacini idrografici caratterizzati da apporti esterni di acque sotterranee, come nel caso del F. Biferno (Molise). Nel presente lavoro, essi hanno effettuato un'ulteriore verifica attraverso lo studio idrogeologico dell'alto bacino del F. Sinni (Basilicata), che è invece interessato da perdite idriche sotterranee verso le aree limitrofe. Questo studio, basato soprattutto su calcoli di bilancio, ha ulteriormente consentito di verificare la corrispondenza tra il suddetto deflusso e quello totale ori-ginato dalle precipitazioni interne al bacino, al netto cioè dei quantitativi di acqua sotterranea scambiati con i bacini circostanti, confermando quindi l'efficacia della metodologia nella valutazione delle risorse idriche delle aree idrogeologicamente complesse e/o carenti di informazione. Lo studio ha anche permesso di stimare che l'infiltrazione totale interna al bacino del Sinni è mediamente dell'ordine dei 69.106 m3/anno, dei quali circa 39.106 m3/anno risultano in uscita per via sotterranea prevalentemente attraverso i suoi limiti sud-occidentali (massicci carbonatici del M. Sirino e del M. La Spina-M. Zaccana).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/38549
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo