Il breve saggio esplora le differenze e i collegamenti fra la condizione di essere poveri di spirito (geist) “capitalistico”, e cioè delle capacità utili a vivere con profitto l’attuale situazione economica, e i poveri in spirito, nella più autentica tradizione religiosa, che possono creare un nuovo spirito (geist) per la società contemporanea, cioè una nuova cultura sociale che fondi l’identità e le relazioni più significative

Messeri, A. (2009). Il possibile ruolo sociale dei "poveri di spirito". RIVISTA DELL'ASSOCIAZIONE INCONTRI, 1/2009(1), 17-25.

Il possibile ruolo sociale dei "poveri di spirito"

MESSERI, ANDREA
2009

Abstract

Il breve saggio esplora le differenze e i collegamenti fra la condizione di essere poveri di spirito (geist) “capitalistico”, e cioè delle capacità utili a vivere con profitto l’attuale situazione economica, e i poveri in spirito, nella più autentica tradizione religiosa, che possono creare un nuovo spirito (geist) per la società contemporanea, cioè una nuova cultura sociale che fondi l’identità e le relazioni più significative
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
il possibile ruolo sociale dei poveri di spirito.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 335.71 kB
Formato Adobe PDF
335.71 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/25080
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo