Garantire una buona qualità dell’assistenza è, forse, il maggior problema tra i tanti che i servizi sanitari sono chiamati ad affrontare, anche alla luce delle crescenti aspettative dei cittadini. La qualità dell’assistenza non dipende esclusivamente dall’impegno e dalla professionalità degli operatori, ma è soprattutto il risultato di specifiche scelte di politica sanitaria che originano dalla conoscenza e definizione dei bisogni assistenziali da soddisfare, intervengono sugli assetti organizzativi dei servizi, perseguono l’appropriatezza dell’assistenza anche secondo logiche di efficienza, favoriscono la comunicazione e il trasferimento delle conoscenze scientifiche. La realizzazione di un programma per la gestione e il miglioramento della qualità e dell’efficienza di un’attività sanitaria, quello che ormai si definisce governo clinico, richiede interventi a cascata, nei diversi livelli del sistema: in particolare nell’ambito degli indirizzi statali e del governo regionale, nell’ambito inter ed intra aziendale, nell’ambito decisionale e operativo dell’équipe di professionisti. Rilevante diviene, allora, per garantire il miglioramento dell’assistenza, la relazione tra la sanità e gli altri settori della vita sociale, tra la medicina specialistica e la medicina generale, tra ospedale e territorio, tra prevenzione, cura e riabilitazione.

M. A., M., C., Q., M., C., & Nante, N. (2006). Modello di analisi della domanda sanitaria nell'attuale assetto organizzativo della sanità toscana. ORGANIZZAZIONE SANITARIA, ANNO XXX n.3,, 3-28.

Modello di analisi della domanda sanitaria nell'attuale assetto organizzativo della sanità toscana

NANTE, NICOLA
2006

Abstract

Garantire una buona qualità dell’assistenza è, forse, il maggior problema tra i tanti che i servizi sanitari sono chiamati ad affrontare, anche alla luce delle crescenti aspettative dei cittadini. La qualità dell’assistenza non dipende esclusivamente dall’impegno e dalla professionalità degli operatori, ma è soprattutto il risultato di specifiche scelte di politica sanitaria che originano dalla conoscenza e definizione dei bisogni assistenziali da soddisfare, intervengono sugli assetti organizzativi dei servizi, perseguono l’appropriatezza dell’assistenza anche secondo logiche di efficienza, favoriscono la comunicazione e il trasferimento delle conoscenze scientifiche. La realizzazione di un programma per la gestione e il miglioramento della qualità e dell’efficienza di un’attività sanitaria, quello che ormai si definisce governo clinico, richiede interventi a cascata, nei diversi livelli del sistema: in particolare nell’ambito degli indirizzi statali e del governo regionale, nell’ambito inter ed intra aziendale, nell’ambito decisionale e operativo dell’équipe di professionisti. Rilevante diviene, allora, per garantire il miglioramento dell’assistenza, la relazione tra la sanità e gli altri settori della vita sociale, tra la medicina specialistica e la medicina generale, tra ospedale e territorio, tra prevenzione, cura e riabilitazione.
M. A., M., C., Q., M., C., & Nante, N. (2006). Modello di analisi della domanda sanitaria nell'attuale assetto organizzativo della sanità toscana. ORGANIZZAZIONE SANITARIA, ANNO XXX n.3,, 3-28.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
329.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 473.29 kB
Formato Adobe PDF
473.29 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/22748
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo