Le dinamiche demografiche ed epidemiologiche degli ultimi anni portano a doverci confrontare con nuovi bisogni di salute della popolazione e con una diversa domanda di servizi sanitari. Il sistema dell’offerta tradizionale deve pertanto essere ripensato anche alla luce degli indirizzi e di come, a livello mondiale, si sperimentano modelli che cercano di dare risposte a queste problematiche. La strada che sembra promettere i migliori risultati è quella di investire nel “Sistema delle cure primarie e dei servizi territoriali”. Il presente studio cerca di affrontare dal punto di vista organizzativo e di contenuti quali sono gli approcci metodologici di un sistema dell’offerta diverso, che implementi cambiamenti strutturali ed organizzativi basati su team multidisciplinare, focalizzati alla prevenzione, all’empowerment dei pazienti e alle modalità di presa in carico dell’utente. Si affronta anche il tema delle “Cure intermedie” come valida alternativa all’ospedalizzazione e come risposta a pazienti con patologie che richiedono un elevato grado di protezione.

Bagaggiolo, G., Tonelli, ., Azzolini, E., & Nante, N. (2011). Le malattie croniche: nuovi modelli di cura e strutture dedicate. MONDO SANITARIO, 9, 14-22.

Le malattie croniche: nuovi modelli di cura e strutture dedicate

NANTE, NICOLA
2011

Abstract

Le dinamiche demografiche ed epidemiologiche degli ultimi anni portano a doverci confrontare con nuovi bisogni di salute della popolazione e con una diversa domanda di servizi sanitari. Il sistema dell’offerta tradizionale deve pertanto essere ripensato anche alla luce degli indirizzi e di come, a livello mondiale, si sperimentano modelli che cercano di dare risposte a queste problematiche. La strada che sembra promettere i migliori risultati è quella di investire nel “Sistema delle cure primarie e dei servizi territoriali”. Il presente studio cerca di affrontare dal punto di vista organizzativo e di contenuti quali sono gli approcci metodologici di un sistema dell’offerta diverso, che implementi cambiamenti strutturali ed organizzativi basati su team multidisciplinare, focalizzati alla prevenzione, all’empowerment dei pazienti e alle modalità di presa in carico dell’utente. Si affronta anche il tema delle “Cure intermedie” come valida alternativa all’ospedalizzazione e come risposta a pazienti con patologie che richiedono un elevato grado di protezione.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
468.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 829.3 kB
Formato Adobe PDF
829.3 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/21854
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo