Il saggio analizza la vicenda di uno dei tanti progetti di ramificazione della rete ferroviaria, compilati tra fine Ottocento e inizio Novecento, al tempo della ramificazione ferroviaria, prima dell'arrivo dell'automobile. All'epoca ogni paese voleva infatti il treno come simbolo del progresso e come unico mezzo per essere in una rete nazionale. I comitati promotori di ferrovie si formavano in ogni paese, come nel caso del Monte Amiata.

Maggi, S. (1996). Un treno per l'Amiata. Progetti ferroviari per i paesi della montagna tra fine Ottocento e inizio Novecento. BULLETTINO SENESE DI STORIA PATRIA, 103, 344-362.

Un treno per l'Amiata. Progetti ferroviari per i paesi della montagna tra fine Ottocento e inizio Novecento

MAGGI, STEFANO
1996

Abstract

Il saggio analizza la vicenda di uno dei tanti progetti di ramificazione della rete ferroviaria, compilati tra fine Ottocento e inizio Novecento, al tempo della ramificazione ferroviaria, prima dell'arrivo dell'automobile. All'epoca ogni paese voleva infatti il treno come simbolo del progresso e come unico mezzo per essere in una rete nazionale. I comitati promotori di ferrovie si formavano in ogni paese, come nel caso del Monte Amiata.
Maggi, S. (1996). Un treno per l'Amiata. Progetti ferroviari per i paesi della montagna tra fine Ottocento e inizio Novecento. BULLETTINO SENESE DI STORIA PATRIA, 103, 344-362.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/18727
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo