Il crescente ricorso da parte dell'Amministrazione finanziaria alla richiesta di iscrizione di ipoteca sui beni del contribuente e di autorizzazione a procedere al loro sequestro conservativo rispetto alle somme dovute dai contribuenti induce ad una riflessione su quali siano gli stringenti requisiti a tal fine previsti da parte del legislatore, e le cautele imposte specie in presenza di soggetti che svolgono attività imprenditoriali che potrebbero essere compromesse da tali misure.

Dami, F. (2010). Gli stringenti limiti alla concessione delle misure cautelari “pro Fisco”,. CORRIERE TRIBUTARIO, 3928.

Gli stringenti limiti alla concessione delle misure cautelari “pro Fisco”,

DAMI, FILIPPO
2010

Abstract

Il crescente ricorso da parte dell'Amministrazione finanziaria alla richiesta di iscrizione di ipoteca sui beni del contribuente e di autorizzazione a procedere al loro sequestro conservativo rispetto alle somme dovute dai contribuenti induce ad una riflessione su quali siano gli stringenti requisiti a tal fine previsti da parte del legislatore, e le cautele imposte specie in presenza di soggetti che svolgono attività imprenditoriali che potrebbero essere compromesse da tali misure.
Dami, F. (2010). Gli stringenti limiti alla concessione delle misure cautelari “pro Fisco”,. CORRIERE TRIBUTARIO, 3928.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Corriere Tributario limiti concessione misure cautelari pro fisco.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 90.05 kB
Formato Adobe PDF
90.05 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/18526
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo