At the peak of a jurisprudential path that involved first the European Court of Human Rights and then, in 2021, the European Court of Justice and our Constitutional Court, the door has been opened to the recognition of the right to silence even in administrative procedures that could lead to the imposition of punitive sanctions. Finally, the Tax Section of the Court of Cassation has acknowledged that, at least in principle, nemo tenetur se detegre is also applicable in tax proceedings involving the imposition of substantially criminal sanctions.

Al culmine di un percorso giurisprudenziale che ha coinvolto dapprima la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e successivamente, nel 2021, la Corte di Giustizia e la nostra Corte Costituzionale, si sono aperte le porte per il pieno riconoscimento del diritto al silenzio anche nei procedimenti amministrativi suscettibili di sfociare nell’irrogazione di sanzioni di natura punitiva. Da ultimo, la Sezione tributaria della Corte di Cassazione ha riconosciuto che, almeno in via di principio, il nemo tenetur se detegre trova applicazione anche nei procedimenti tributari che prevedono l’irrogazione di sanzioni sostanzialmente penali.

Marinello, A. (2022). I primi echi del diritto al silenzio in materia fiscale. La Corte di Cassazione riconosce in via di principio il nemo tenetur se detegere nei procedimenti tributari. RIVISTA DI DIRITTO TRIBUTARIO(28 aprile 2022), 1-13.

I primi echi del diritto al silenzio in materia fiscale. La Corte di Cassazione riconosce in via di principio il nemo tenetur se detegere nei procedimenti tributari

Marinello Antonio
2022-01-01

Abstract

Al culmine di un percorso giurisprudenziale che ha coinvolto dapprima la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e successivamente, nel 2021, la Corte di Giustizia e la nostra Corte Costituzionale, si sono aperte le porte per il pieno riconoscimento del diritto al silenzio anche nei procedimenti amministrativi suscettibili di sfociare nell’irrogazione di sanzioni di natura punitiva. Da ultimo, la Sezione tributaria della Corte di Cassazione ha riconosciuto che, almeno in via di principio, il nemo tenetur se detegre trova applicazione anche nei procedimenti tributari che prevedono l’irrogazione di sanzioni sostanzialmente penali.
Marinello, A. (2022). I primi echi del diritto al silenzio in materia fiscale. La Corte di Cassazione riconosce in via di principio il nemo tenetur se detegere nei procedimenti tributari. RIVISTA DI DIRITTO TRIBUTARIO(28 aprile 2022), 1-13.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
I primi echi del diritto al silenzio RDT.pdf

non disponibili

Tipologia: PDF editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 296.46 kB
Formato Adobe PDF
296.46 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11365/1214074