Il saggio analizza l'evoluzione diacronica di una serie di allotropi perlopiù fonomorfologici (aveva/avea, vedo/veggo, nessuno/niuno, siano/sieno, io aveva/io avevo, ecc.) nello "Zibaldone di Pensieri" di G. Leopardi. L'indagine viene inoltre estesa alle "Lettere" e al restante corpus prosastico leopardiano.

Ricci, A. (2003). Su alcuni allotropi in diacronia nella prosa leopardiana (con particolare riguardo allo «Zibaldone di Pensieri»). LINGUA NOSTRA, LXIV, 3-4(3-4), 89-106.

Su alcuni allotropi in diacronia nella prosa leopardiana (con particolare riguardo allo «Zibaldone di Pensieri»)

RICCI, ALESSIO
2003

Abstract

Il saggio analizza l'evoluzione diacronica di una serie di allotropi perlopiù fonomorfologici (aveva/avea, vedo/veggo, nessuno/niuno, siano/sieno, io aveva/io avevo, ecc.) nello "Zibaldone di Pensieri" di G. Leopardi. L'indagine viene inoltre estesa alle "Lettere" e al restante corpus prosastico leopardiano.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Su alcuni allotropi in diacronia.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.22 MB
Formato Adobe PDF
1.22 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/11965