Il D.L. n. 119/2018 (c.d. Decreto fiscale) ha finalmente dato forma alla “pace fiscale”. Il provvedimento è ancora incompleto e, così com’è, è probabile che non susciti particolare “appetito” nei contribuenti e non determini un incremento sostanzioso delle entrate statali. Esso in ogni caso riproduce due temi fondamentali: la sua qualificazione come legge di condono e la sua adeguatezza ai princìpi dello Stato di diritto, pur nella gravità della situazione economica e finanziaria del Paese.

Giovannini, A. (2018). E condono fu!. CORRIERE TRIBUTARIO(43), 3283-3286.

E condono fu!

Alessandro Giovannini
2018

Abstract

Il D.L. n. 119/2018 (c.d. Decreto fiscale) ha finalmente dato forma alla “pace fiscale”. Il provvedimento è ancora incompleto e, così com’è, è probabile che non susciti particolare “appetito” nei contribuenti e non determini un incremento sostanzioso delle entrate statali. Esso in ogni caso riproduce due temi fondamentali: la sua qualificazione come legge di condono e la sua adeguatezza ai princìpi dello Stato di diritto, pur nella gravità della situazione economica e finanziaria del Paese.
Giovannini, A. (2018). E condono fu!. CORRIERE TRIBUTARIO(43), 3283-3286.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
corrieretributario_2018_43.pdf

non disponibili

Tipologia: PDF editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 313.58 kB
Formato Adobe PDF
313.58 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/1119123