Fra le varie ipotesi per realizzare la judenfrage (liberazione della Germania dagli ebrei) fu proposto nel 1938 un piano già vagheggiato da Himmler quattro anni prima: esso prevedeva la deportazione degli ebrei in Madagascar. Tale idea fu ripresa dal governo polacco e caldamente posta all'attenzione di Francia e Gran Bretagna fra il 1938 ed il 1941. Tuttavia il progetto Madagascar fallì assieme ad altri tentativi di favorire l'emigrazione delle masse giudaiche perseguitate dai nazisti.

Casini, F. (2005). Il progetto Madagascar: un tentativo di risoluzione del problema ebraico (1938-41). NIKE, 2(2-3), 433-446.

Il progetto Madagascar: un tentativo di risoluzione del problema ebraico (1938-41).

CASINI, FABIO
2005

Abstract

Fra le varie ipotesi per realizzare la judenfrage (liberazione della Germania dagli ebrei) fu proposto nel 1938 un piano già vagheggiato da Himmler quattro anni prima: esso prevedeva la deportazione degli ebrei in Madagascar. Tale idea fu ripresa dal governo polacco e caldamente posta all'attenzione di Francia e Gran Bretagna fra il 1938 ed il 1941. Tuttavia il progetto Madagascar fallì assieme ad altri tentativi di favorire l'emigrazione delle masse giudaiche perseguitate dai nazisti.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
estratto Nike.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 809.22 kB
Formato Adobe PDF
809.22 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/11028
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo