"Dove ora siete...". Una lettura fortiniana