INTRODUZIONE La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica ad alta complessità che necessita l’attuazione di programmi di cura e assistenza diversificati per fase di malattia e livello di disabilità. In molte regioni e singole aziende ospedaliere/territoriali sono stati definiti/sono in corso di definizione PDTA di riferimento. Lo scopo dello studio è valutare lo stato dell’arte dei PDTA per la SM in Italia. METODI Analisi dei PDTA regionali già formalizzati e della documentazione di lavoro utilizzata per definirli. RISULTATI Ad oggi sono 6 le Regioni che hanno adottato e formalizzato PDTA regionali per la SM: Sicilia, Veneto, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Puglia. Analizzando i documenti regionali emergono buone prassi ma anche criticità quali differenze metodologiche, differente modalità di articolazione della rete clinica, approcci diversificati nella fissazione o meno di livelli di riferimento, attenzione differente rispetto ai temi della riabilitazione, dell’accertamento medico legale, della continuità assistenziale, dell’integrazione socio-sanitaria. Rispetto al percorso riabilitativo, solo 2 PDTA (Veneto e Sicilia) riconoscono l’importanza di definire percorsi riabilitativi di presa in carico che variano a seconda del livello di disabilità e che devono essere attivati, in ottica preventiva e di promozione della riabilitazione come cura, sin dal momento della diagnosi. CONCLUSIONI Le difformità, solo in parte giustificate dai diversi contesti organizzativi regionali e con il rischio di situazioni di forti iniquità e ineguaglianza nell'accesso alle cure e assistenza da parte dei pazienti, richiede un percorso di creazione o modifica, ove presenti, di tavoli permanenti per l’aggiornamento nel tempo dei contenuti del PDTA e il monitoraggio della concreta applicazione e declinazione delle indicazioni regionali all’interno di ospedali, centri clinici e servizi del territorio attraverso, altresì, la costruzione e l’applicazione di un set di indicatori ad hoc per la SM.

Battaglia, M.A., Bezzini, D. (2016). Analisi dei percorsi diagnostico terapeutico assistenziali (PDTA) regionali sulla sclerosi multipla esistenti. In Atti del congresso nazionale SItI (pp.570-570).

Analisi dei percorsi diagnostico terapeutico assistenziali (PDTA) regionali sulla sclerosi multipla esistenti

Battaglia M. A.
Writing – Original Draft Preparation
;
Bezzini D.
Writing – Original Draft Preparation
2016-01-01

Abstract

INTRODUZIONE La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica ad alta complessità che necessita l’attuazione di programmi di cura e assistenza diversificati per fase di malattia e livello di disabilità. In molte regioni e singole aziende ospedaliere/territoriali sono stati definiti/sono in corso di definizione PDTA di riferimento. Lo scopo dello studio è valutare lo stato dell’arte dei PDTA per la SM in Italia. METODI Analisi dei PDTA regionali già formalizzati e della documentazione di lavoro utilizzata per definirli. RISULTATI Ad oggi sono 6 le Regioni che hanno adottato e formalizzato PDTA regionali per la SM: Sicilia, Veneto, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Puglia. Analizzando i documenti regionali emergono buone prassi ma anche criticità quali differenze metodologiche, differente modalità di articolazione della rete clinica, approcci diversificati nella fissazione o meno di livelli di riferimento, attenzione differente rispetto ai temi della riabilitazione, dell’accertamento medico legale, della continuità assistenziale, dell’integrazione socio-sanitaria. Rispetto al percorso riabilitativo, solo 2 PDTA (Veneto e Sicilia) riconoscono l’importanza di definire percorsi riabilitativi di presa in carico che variano a seconda del livello di disabilità e che devono essere attivati, in ottica preventiva e di promozione della riabilitazione come cura, sin dal momento della diagnosi. CONCLUSIONI Le difformità, solo in parte giustificate dai diversi contesti organizzativi regionali e con il rischio di situazioni di forti iniquità e ineguaglianza nell'accesso alle cure e assistenza da parte dei pazienti, richiede un percorso di creazione o modifica, ove presenti, di tavoli permanenti per l’aggiornamento nel tempo dei contenuti del PDTA e il monitoraggio della concreta applicazione e declinazione delle indicazioni regionali all’interno di ospedali, centri clinici e servizi del territorio attraverso, altresì, la costruzione e l’applicazione di un set di indicatori ad hoc per la SM.
Battaglia, M.A., Bezzini, D. (2016). Analisi dei percorsi diagnostico terapeutico assistenziali (PDTA) regionali sulla sclerosi multipla esistenti. In Atti del congresso nazionale SItI (pp.570-570).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
poster Battaglia.pdf

accesso aperto

Descrizione: poster
Tipologia: PDF editoriale
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 223.79 kB
Formato Adobe PDF
223.79 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11365/1035572