Il saggio prende spunto dalle origini familiari dell’intellettuale Lorenzo Pignotti – figura di notevole rilievo nella cultura toscana del tardo XVIII secolo - per analizzare alcune caratteristiche dell’ambiente economico e sociale della cittadina di Figline fra ‘6 e ‘700. Fortemente caratterizzata da importanti attività mercantili dovute alla sua posizione centrale nel medio Valdarno, la Figline in cui nacque Pignotti era un centro agricolo e di mercato piuttosto dinamico: la commercializzazione dei prodotti rurali (cereali, vino, bestiame) e il rifornimento della capitale Firenze erano caratteristiche strutturali destinate a durare nel lungo periodo. Dal punto di vista demografico il territorio – caratterizzato da una certa rigidità nella maglia insediativa mezzadrile - mostrava una sempre più accentuata tendenza verso una crescita della popolazione accentrata: le attività e i servizi connessi al mercato attiravano inevitabilmente l’insediamento di famiglie povere e di una popolazione alla ricerca di opportunità di lavoro e di impiego. Come attestano numerose testimonianze tratte dalle fonti d’archivio, la presenza di poveri e le pessime condizioni di vita spesso influenzate negativamente dal sovraffollamento, emergevano in maniera drammatica durante i momenti di emergenza sanitaria che più volte colpirono Figline in questo periodo. A partire dalla grave pestilenza del 1630-31 per giungere alla epidemia di tifo del 1767, momenti di crisi sui quali l’autore si sofferma per indagare più a fondo sulle caratteristiche dell’economia e della società locale. Alla vigilia dei progressi medico-sanitari e delle conoscenze scientifiche di cui si farà portatore il movimento dei Lumi – e più in generale la politica delle riforme che vedrà coinvolto lo stesso Pignotti – per promuovere e per migliorare le condizioni di vita nelle campagne e nelle città

Zagli, A. (2015). La Figline di Lorenzo Pignotti. Note su una comunità valdarnese fra XVII e XVIII secolo. In Lorenzo Pignotti. Un intellettuale figlinese nell'età dei Lumi (pp. 15-65). Panzano in Chianti (Firenze) : Edizioni Feeria.

La Figline di Lorenzo Pignotti. Note su una comunità valdarnese fra XVII e XVIII secolo

ZAGLI, ANDREA
2015-01-01

Abstract

Il saggio prende spunto dalle origini familiari dell’intellettuale Lorenzo Pignotti – figura di notevole rilievo nella cultura toscana del tardo XVIII secolo - per analizzare alcune caratteristiche dell’ambiente economico e sociale della cittadina di Figline fra ‘6 e ‘700. Fortemente caratterizzata da importanti attività mercantili dovute alla sua posizione centrale nel medio Valdarno, la Figline in cui nacque Pignotti era un centro agricolo e di mercato piuttosto dinamico: la commercializzazione dei prodotti rurali (cereali, vino, bestiame) e il rifornimento della capitale Firenze erano caratteristiche strutturali destinate a durare nel lungo periodo. Dal punto di vista demografico il territorio – caratterizzato da una certa rigidità nella maglia insediativa mezzadrile - mostrava una sempre più accentuata tendenza verso una crescita della popolazione accentrata: le attività e i servizi connessi al mercato attiravano inevitabilmente l’insediamento di famiglie povere e di una popolazione alla ricerca di opportunità di lavoro e di impiego. Come attestano numerose testimonianze tratte dalle fonti d’archivio, la presenza di poveri e le pessime condizioni di vita spesso influenzate negativamente dal sovraffollamento, emergevano in maniera drammatica durante i momenti di emergenza sanitaria che più volte colpirono Figline in questo periodo. A partire dalla grave pestilenza del 1630-31 per giungere alla epidemia di tifo del 1767, momenti di crisi sui quali l’autore si sofferma per indagare più a fondo sulle caratteristiche dell’economia e della società locale. Alla vigilia dei progressi medico-sanitari e delle conoscenze scientifiche di cui si farà portatore il movimento dei Lumi – e più in generale la politica delle riforme che vedrà coinvolto lo stesso Pignotti – per promuovere e per migliorare le condizioni di vita nelle campagne e nelle città
978-88-6430-106-8
Zagli, A. (2015). La Figline di Lorenzo Pignotti. Note su una comunità valdarnese fra XVII e XVIII secolo. In Lorenzo Pignotti. Un intellettuale figlinese nell'età dei Lumi (pp. 15-65). Panzano in Chianti (Firenze) : Edizioni Feeria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11365/978473