Il volume curato dallo stesso Bignardi propone, attraverso le opere di significativi artisti del Novecento, un ulteriore viaggio, sulla Costa di Amalfi, Vietri sul Mare, con le sue fornaci di ceramica che registrerà nei decenni tra le due guerre, una importantissima stagione di fioritura, forse l’esempio più alto dell’arte del Novecento e Positano, il “luogo” magico e misterioso ove intellettuali, artisti, scrittori scappati dall’Europa in fiamme troveranno il loro rifugio. Il saggio storico-critico di Bignardi apre la traiettoria di quel viaggio che, secondo l’autore, ha alimentato e sostenuto una metamorfosi che ha interessato i nascosti territori della pittura e della narrativa europea e nord americana del XX secolo. È un “ nuovo viaggio” tra tele, fogli di carta, ceramiche e scritture, in compagnia di viaggiatori “esclusivi” con i quali, a distanza di decenni, Bignardi ha instaurato una confidenziale conversazione: i dipinti, i disegni, le note scritte a margine di taccuini, le pagine di un libro sono diventati i “luoghi” del nostro incontro. Luoghi che fanno scoprire il tempo, avvicinando ed allontanando la focale, ora mettendo a fuoco la nitida scena del visibile, ora lasciando l’autore libero di scivolare nella visione, ove a far da guida v’è solo l’immaginazione.

Bignardi, M. (2014). "la libertà, il disinteresse, l'avventura, la pienezza". Figure della modernità sulla Costa: i segni, le scritture, diari di metamorfosi.. In Metamorfosi del segno. Omaggio a Peter Willburger (pp. 11-40). Salerno : Edizioni Poligrafica Fusco.

"la libertà, il disinteresse, l'avventura, la pienezza". Figure della modernità sulla Costa: i segni, le scritture, diari di metamorfosi.

BIGNARDI, MASSIMO
2014

Abstract

Il volume curato dallo stesso Bignardi propone, attraverso le opere di significativi artisti del Novecento, un ulteriore viaggio, sulla Costa di Amalfi, Vietri sul Mare, con le sue fornaci di ceramica che registrerà nei decenni tra le due guerre, una importantissima stagione di fioritura, forse l’esempio più alto dell’arte del Novecento e Positano, il “luogo” magico e misterioso ove intellettuali, artisti, scrittori scappati dall’Europa in fiamme troveranno il loro rifugio. Il saggio storico-critico di Bignardi apre la traiettoria di quel viaggio che, secondo l’autore, ha alimentato e sostenuto una metamorfosi che ha interessato i nascosti territori della pittura e della narrativa europea e nord americana del XX secolo. È un “ nuovo viaggio” tra tele, fogli di carta, ceramiche e scritture, in compagnia di viaggiatori “esclusivi” con i quali, a distanza di decenni, Bignardi ha instaurato una confidenziale conversazione: i dipinti, i disegni, le note scritte a margine di taccuini, le pagine di un libro sono diventati i “luoghi” del nostro incontro. Luoghi che fanno scoprire il tempo, avvicinando ed allontanando la focale, ora mettendo a fuoco la nitida scena del visibile, ora lasciando l’autore libero di scivolare nella visione, ove a far da guida v’è solo l’immaginazione.
9788894002645
Bignardi, M. (2014). "la libertà, il disinteresse, l'avventura, la pienezza". Figure della modernità sulla Costa: i segni, le scritture, diari di metamorfosi.. In Metamorfosi del segno. Omaggio a Peter Willburger (pp. 11-40). Salerno : Edizioni Poligrafica Fusco.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
METAMORFOSI bassa risoluzione 8.0.pdf

non disponibili

Tipologia: Pre-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.77 MB
Formato Adobe PDF
1.77 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/48555
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo