Durante i recenti restauri dell'Ospedale di Santa Maria della Scala sono state rinvenute, lungo i muri perimetrali di numerosi ambienti, intere sequenze di nicchie, di differenti forme e dimensioni, appartenenti ad epoche diverse. La loro diffusione, all'interno del grande complesso edilizio, ha suggerito uno specifico studio al fine di comprenderne le funzioni e la cronologia. La ricerca, relativa ad un settore sufficientemente rappresentativo del Pellegrinaio della Donne, ha utilizzato, come strumenti metodologici, l'analisi stratigrafica (alcune nicchie sono tra loro sovrapposte) e la comparazione dimensionale e tipologica. Ne è risultata una sequenza temporale riconducibile a ben cinque diverse fasi, per ciascuna delle quali è stata ipotizzata, con il ricorso alle fonti iconografiche ed archivistiche, una specifica cronologia, dal XIV al XVIII secolo. Di volta in volta le nicchie, aventi la funzione di comodini a muro ad uso delle degenti, venivano sostituite con altre di diversa forma e disposizione, a seconda del numero e delle dimensioni dei letti previsti. E' stato così possibile ipotizzare il numero delle degenti presenti nelle diverse fasi del Pellegrinaio, anche per quelle non coperte da fonti archivistiche, gettando le premesse per la creazione di un indicatore cronotipologico applicabile, per comparazione, anche ad altri contesti.

Gabbrielli, F. (2011). Le nicchie del Pellegrinaio delle donne. In Ospedale di Santa Maria della Scala: ricerche storiche, archeologiche e storico-artistiche (pp. 77-96). Siena : Protagon Editori.

Le nicchie del Pellegrinaio delle donne

GABBRIELLI, FABIO
2011

Abstract

Durante i recenti restauri dell'Ospedale di Santa Maria della Scala sono state rinvenute, lungo i muri perimetrali di numerosi ambienti, intere sequenze di nicchie, di differenti forme e dimensioni, appartenenti ad epoche diverse. La loro diffusione, all'interno del grande complesso edilizio, ha suggerito uno specifico studio al fine di comprenderne le funzioni e la cronologia. La ricerca, relativa ad un settore sufficientemente rappresentativo del Pellegrinaio della Donne, ha utilizzato, come strumenti metodologici, l'analisi stratigrafica (alcune nicchie sono tra loro sovrapposte) e la comparazione dimensionale e tipologica. Ne è risultata una sequenza temporale riconducibile a ben cinque diverse fasi, per ciascuna delle quali è stata ipotizzata, con il ricorso alle fonti iconografiche ed archivistiche, una specifica cronologia, dal XIV al XVIII secolo. Di volta in volta le nicchie, aventi la funzione di comodini a muro ad uso delle degenti, venivano sostituite con altre di diversa forma e disposizione, a seconda del numero e delle dimensioni dei letti previsti. E' stato così possibile ipotizzare il numero delle degenti presenti nelle diverse fasi del Pellegrinaio, anche per quelle non coperte da fonti archivistiche, gettando le premesse per la creazione di un indicatore cronotipologico applicabile, per comparazione, anche ad altri contesti.
9788880243137
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/4687
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo