Il gruppo guelfo fra gerarchia ecclesiastica e regime fascista