«Tutta questa chiarezza, tutta questa oscurità». Cinema, testimonianza, formatività