Nuove fonti per lo studio di una popolazione "atipica"