Dal nord al sud, città e campagne italiane sono set cinematografici che ci restituiscono le immagini di un’Italia molteplice e variegata. Il database IMDb (Internet Movie Database) raccoglie ben 13.550 film girati in Italia dal 1989 ad oggi. Nella finzione cinematografica non tutti sono ambientati in Italia, ma lo è la maggior parte. Il nostro contributo parte da questi luoghi e dall’analisi del database che li raccoglie e ha un duplice obiettivo. In primo luogo desidera esaminare la geografia e la localizzazione della produzione cinematografica che ha avuto come sfondo l’Italia e, in seconda battuta, analizzare il ruolo svolto dal paesaggio nell’ambito della narrazione cinematografica, attraverso un focus specifico su alcuni film ambientati a Siena e nei dintorni. Lo studio dopo un breve paragrafo di carattere introduttivo su paesaggio e cinema (§ 2), presenta l’analisi spaziale del database IMDb (§3), affronta il tema del paesaggio italiano in relazione ai film selezionati e ai generi (§ 4), proponendo, infine, alcune riflessioni sull’impatto concreto che i film hanno nel determinare una maggiore attrattività dei luoghi che ospitano i set cinematografici (§ 5)

Aru, S., Capineri, C., Picascia, S., Romano, A., Rondinone, A. (2017). Paesaggio, cinema e fantasia: trent’anni di Italia nei film. In F. Salvatori (a cura di), L’apporto della Geografia tra rivoluzioni e riforme. Atti del XXXII Congresso Geografico Italiano (Roma, 7-10 giugno 2017) (pp. 2187-2196).

Paesaggio, cinema e fantasia: trent’anni di Italia nei film

Aru, Silvia
;
Capineri, Cristina
;
Picascia, Stefano
;
Romano, Antonello
;
2017

Abstract

Dal nord al sud, città e campagne italiane sono set cinematografici che ci restituiscono le immagini di un’Italia molteplice e variegata. Il database IMDb (Internet Movie Database) raccoglie ben 13.550 film girati in Italia dal 1989 ad oggi. Nella finzione cinematografica non tutti sono ambientati in Italia, ma lo è la maggior parte. Il nostro contributo parte da questi luoghi e dall’analisi del database che li raccoglie e ha un duplice obiettivo. In primo luogo desidera esaminare la geografia e la localizzazione della produzione cinematografica che ha avuto come sfondo l’Italia e, in seconda battuta, analizzare il ruolo svolto dal paesaggio nell’ambito della narrazione cinematografica, attraverso un focus specifico su alcuni film ambientati a Siena e nei dintorni. Lo studio dopo un breve paragrafo di carattere introduttivo su paesaggio e cinema (§ 2), presenta l’analisi spaziale del database IMDb (§3), affronta il tema del paesaggio italiano in relazione ai film selezionati e ai generi (§ 4), proponendo, infine, alcune riflessioni sull’impatto concreto che i film hanno nel determinare una maggiore attrattività dei luoghi che ospitano i set cinematografici (§ 5)
978-88-942641-2-8
Aru, S., Capineri, C., Picascia, S., Romano, A., Rondinone, A. (2017). Paesaggio, cinema e fantasia: trent’anni di Italia nei film. In F. Salvatori (a cura di), L’apporto della Geografia tra rivoluzioni e riforme. Atti del XXXII Congresso Geografico Italiano (Roma, 7-10 giugno 2017) (pp. 2187-2196).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Aru et al_2017.pdf

accesso aperto

Tipologia: PDF editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 824.65 kB
Formato Adobe PDF
824.65 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/1213734