The work seeks to highlight some long-term aspects of Empoli economy and society by referring to a series of government investigations launched between the end of the 18th century and the first decades of the 19th century. These are descriptive sources that have the merit of highlighting some structural elements of the history of the territory in the modern age, confirming the role and growing importance of the center of Empoli. Built as a market and manufacturing center in the Middle Ages, Empoli will acquire a growing importance and attractiveness over the following centuries, in particular with the formation of the Florentine territorial state which will be followed by the Grand Duchy of Tuscany, first Medici and then Lorraine. The position of the urban centre along Arno river will be strengthened in this long period of time as an important crossroads of central-western Tuscany to arrive at the well-known definition of Repetti ("Empoli small Livorno"), thanks above all to its connection through the road and river routes with the main Tuscan cities along the Arno basin and at the confluence of the side valleys (e.g. the Valdelsa), an area of ​​high development especially after the late sixteenth-century expansion of Livorno (regional and international port at the same time). The mercantile and redistribution functions of agricultural and industrial products, as well as the presence of manufacturing activities in the textile, glass and brick sectors, will remain in the long term and will indeed be strengthened by the increasingly regional dimension that the flow of traffic gravitating along the course of the Arno in the direction of Florence-Pisa-Livorno.

Il lavoro cerca di cogliere alcuni aspetti di lungo periodo dell’economia e della società empolese facendo riferimento ad una serie di inchieste governative avviate fra la fine del ‘700 e i primi decenni dell’800. Si tratta di fonti descrittive che hanno il pregio di mettere in evidenza alcuni elementi strutturali della storia del territorio in età moderna, confermando il ruolo e la crescente importanza del centro empolese. Sorto come centro di mercato e manifatturiero in età medievale, Empoli acquisirà un crescente importanza e attrattività nel corso dei secoli seguenti, in particolare con la formazione dello stato territoriale fiorentino cui seguirà il granducato di Toscana, prima mediceo e poi lorenese. La posizione di Empoli sull’Arno verrà rafforzandosi in questo lungo arco di tempo come importante crocevia della Toscana centro-occidentale per arrivare alla nota definizione di Repetti (“Empoli piccola Livorno”), grazie soprattutto alla sua connessione attraverso le direttrici stradali e fluviali con le principali città toscane lungo il bacino dell’Arno e alla confluenza delle valli laterali (es. la Valdelsa), un’area ad alto sviluppo soprattutto dopo il potenziamento tardo cinquecentesco del porto di Livorno (scalo regionale e internazionale allo stesso tempo). Le funzioni mercantili e di redistribuzione dei prodotti agricoli e industriali, così come la presenza di attività manifatturiere nel settore tessile, del vetro e dei laterizi, rimarranno nel lungo periodo e anzi saranno potenziati dalla dimensione sempre più regionale che assumerà il flusso dei traffici gravitanti sul corso dell’Arno nella direzione Firenze-Pisa-Livorno.

Zagli, A. (2019). Aspetti dell'economia e della società empolese nella piena età moderna. In G. Pinto, G. Greco, S. Soldani (a cura di), Empoli. Nove secoli di storia (pp. 227-269). Roma : Edizioni di Storia e Letteratura.

Aspetti dell'economia e della società empolese nella piena età moderna

Andrea Zagli
2019-01-01

Abstract

Il lavoro cerca di cogliere alcuni aspetti di lungo periodo dell’economia e della società empolese facendo riferimento ad una serie di inchieste governative avviate fra la fine del ‘700 e i primi decenni dell’800. Si tratta di fonti descrittive che hanno il pregio di mettere in evidenza alcuni elementi strutturali della storia del territorio in età moderna, confermando il ruolo e la crescente importanza del centro empolese. Sorto come centro di mercato e manifatturiero in età medievale, Empoli acquisirà un crescente importanza e attrattività nel corso dei secoli seguenti, in particolare con la formazione dello stato territoriale fiorentino cui seguirà il granducato di Toscana, prima mediceo e poi lorenese. La posizione di Empoli sull’Arno verrà rafforzandosi in questo lungo arco di tempo come importante crocevia della Toscana centro-occidentale per arrivare alla nota definizione di Repetti (“Empoli piccola Livorno”), grazie soprattutto alla sua connessione attraverso le direttrici stradali e fluviali con le principali città toscane lungo il bacino dell’Arno e alla confluenza delle valli laterali (es. la Valdelsa), un’area ad alto sviluppo soprattutto dopo il potenziamento tardo cinquecentesco del porto di Livorno (scalo regionale e internazionale allo stesso tempo). Le funzioni mercantili e di redistribuzione dei prodotti agricoli e industriali, così come la presenza di attività manifatturiere nel settore tessile, del vetro e dei laterizi, rimarranno nel lungo periodo e anzi saranno potenziati dalla dimensione sempre più regionale che assumerà il flusso dei traffici gravitanti sul corso dell’Arno nella direzione Firenze-Pisa-Livorno.
978-88-9359-303-8
The work seeks to highlight some long-term aspects of Empoli economy and society by referring to a series of government investigations launched between the end of the 18th century and the first decades of the 19th century. These are descriptive sources that have the merit of highlighting some structural elements of the history of the territory in the modern age, confirming the role and growing importance of the center of Empoli. Built as a market and manufacturing center in the Middle Ages, Empoli will acquire a growing importance and attractiveness over the following centuries, in particular with the formation of the Florentine territorial state which will be followed by the Grand Duchy of Tuscany, first Medici and then Lorraine. The position of the urban centre along Arno river will be strengthened in this long period of time as an important crossroads of central-western Tuscany to arrive at the well-known definition of Repetti ("Empoli small Livorno"), thanks above all to its connection through the road and river routes with the main Tuscan cities along the Arno basin and at the confluence of the side valleys (e.g. the Valdelsa), an area of ​​high development especially after the late sixteenth-century expansion of Livorno (regional and international port at the same time). The mercantile and redistribution functions of agricultural and industrial products, as well as the presence of manufacturing activities in the textile, glass and brick sectors, will remain in the long term and will indeed be strengthened by the increasingly regional dimension that the flow of traffic gravitating along the course of the Arno in the direction of Florence-Pisa-Livorno.
Zagli, A. (2019). Aspetti dell'economia e della società empolese nella piena età moderna. In G. Pinto, G. Greco, S. Soldani (a cura di), Empoli. Nove secoli di storia (pp. 227-269). Roma : Edizioni di Storia e Letteratura.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Saggio_Empoli_ZAGLI.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: PDF editoriale
Licenza: PUBBLICO - Pubblico con Copyright
Dimensione 4.38 MB
Formato Adobe PDF
4.38 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11365/1086148