The book is the third revised and expanded edition of the homonymous volume, published for the first time in 1998. In the predominantly agricultural society of nineteenth-century Italy, railway workers represented the most important category, because they were numerous, widespread throughout the territory and linked to the only national public service, that of transport and communication. The acquisition of what was then called "class consciousness" by railroad workers, in the 1880s and 1890s, intertwined with the human story of the machinist Cesare Pozzo, a fascinating figure who summed up in himself all the travail of an era full of new ferments. Pozzo was gifted with an impressive work capacity, combined with a keen practical sense and a rare foresight. He was also characterized by intellectual vivacity, which led him to deepen the various political and social theories, from Mazzinianism, whose concepts always remained a point of reference for him, to anarchism, to "radical" ideas, to adherence to socialism. His work, characterized by absolute moral integrity, has always been remembered with respect and emotion by railway workers, so much so that today it bears the name "Cesare Pozzo", the old society of mutual aid between train drivers and stokers, which has become one of the greatest in Italy and is open to all citizens. In the third edition of the volume, revised and expanded in the light of new documents inventoried and digitized in the archives, his role as a visionary pioneer of the future emerges even more.

Il libro costituisce la terza edizione rivista e ampliata del volume omonimo, pubblicato per la prima volta nel 1998. Nella società in prevalenza agricola dell’Italia ottocentesca, i ferrovieri rappresentavano la categoria più importante, perché numerosa, diffusa su tutto il territorio e legata all’unico servizio pubblico nazionale, quello di trasporti e comunicazioni. L’acquisizione di quella che allora si chiamava «coscienza di classe» da parte dei lavoratori delle strade ferrate, negli anni ’80 e ’90 si intrecciò con la vicenda umana del macchinista Cesare Pozzo, affascinante figura che riassumeva in sé tutto il travaglio di un’epoca ricca di nuovi fermenti. Pozzo era dotato di un’impressionante capacità di lavoro, unita a uno spiccato senso pratico e a una rara lungimiranza. Si caratterizzava inoltre per la vivacità intellettuale, che lo spinse ad approfondire le varie teorie politiche e sociali, dal mazzinianesimo, i cui concetti rimasero sempre per lui un punto di riferimento, all’anarchismo, alle idee “radicali”, all’adesione al socialismo. La sua opera, contraddistinta da un’assoluta integrità morale, è sempre stata ricordata con rispetto e commozione dai ferrovieri, tanto che oggi porta il nome «Cesare Pozzo» la vecchia Società di mutuo soccorso fra macchinisti e fuochisti, divenuta una delle più grandi d’Italia e aperta a tutti i cittadini. Nella terza edizione del volume, rivista e ampliata alla luce di nuovi documenti inventariati e digitalizzati negli archivi, emerge ancora di più il suo ruolo di pioniere visionario del futuro.

Maggi, S. (2018). Il tormento di un'idea. Vita e opera di Cesare Pozzo (1853-1898). Milano : FrancoAngeli.

Il tormento di un'idea. Vita e opera di Cesare Pozzo (1853-1898)

Maggi Stefano
2018

Abstract

Il libro costituisce la terza edizione rivista e ampliata del volume omonimo, pubblicato per la prima volta nel 1998. Nella società in prevalenza agricola dell’Italia ottocentesca, i ferrovieri rappresentavano la categoria più importante, perché numerosa, diffusa su tutto il territorio e legata all’unico servizio pubblico nazionale, quello di trasporti e comunicazioni. L’acquisizione di quella che allora si chiamava «coscienza di classe» da parte dei lavoratori delle strade ferrate, negli anni ’80 e ’90 si intrecciò con la vicenda umana del macchinista Cesare Pozzo, affascinante figura che riassumeva in sé tutto il travaglio di un’epoca ricca di nuovi fermenti. Pozzo era dotato di un’impressionante capacità di lavoro, unita a uno spiccato senso pratico e a una rara lungimiranza. Si caratterizzava inoltre per la vivacità intellettuale, che lo spinse ad approfondire le varie teorie politiche e sociali, dal mazzinianesimo, i cui concetti rimasero sempre per lui un punto di riferimento, all’anarchismo, alle idee “radicali”, all’adesione al socialismo. La sua opera, contraddistinta da un’assoluta integrità morale, è sempre stata ricordata con rispetto e commozione dai ferrovieri, tanto che oggi porta il nome «Cesare Pozzo» la vecchia Società di mutuo soccorso fra macchinisti e fuochisti, divenuta una delle più grandi d’Italia e aperta a tutti i cittadini. Nella terza edizione del volume, rivista e ampliata alla luce di nuovi documenti inventariati e digitalizzati negli archivi, emerge ancora di più il suo ruolo di pioniere visionario del futuro.
9788891779922
The book is the third revised and expanded edition of the homonymous volume, published for the first time in 1998. In the predominantly agricultural society of nineteenth-century Italy, railway workers represented the most important category, because they were numerous, widespread throughout the territory and linked to the only national public service, that of transport and communication. The acquisition of what was then called "class consciousness" by railroad workers, in the 1880s and 1890s, intertwined with the human story of the machinist Cesare Pozzo, a fascinating figure who summed up in himself all the travail of an era full of new ferments. Pozzo was gifted with an impressive work capacity, combined with a keen practical sense and a rare foresight. He was also characterized by intellectual vivacity, which led him to deepen the various political and social theories, from Mazzinianism, whose concepts always remained a point of reference for him, to anarchism, to "radical" ideas, to adherence to socialism. His work, characterized by absolute moral integrity, has always been remembered with respect and emotion by railway workers, so much so that today it bears the name "Cesare Pozzo", the old society of mutual aid between train drivers and stokers, which has become one of the greatest in Italy and is open to all citizens. In the third edition of the volume, revised and expanded in the light of new documents inventoried and digitized in the archives, his role as a visionary pioneer of the future emerges even more.
Maggi, S. (2018). Il tormento di un'idea. Vita e opera di Cesare Pozzo (1853-1898). Milano : FrancoAngeli.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Il tormento di un'idea Vita e opera di Cesare Pozzo_compressed.pdf

non disponibili

Tipologia: PDF editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.63 MB
Formato Adobe PDF
1.63 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/1063705