Il contributo esamina i rapporti tra Stato e costruzione dell'identità personale-legale dalla prospettiva antropologica. Intendendo lo Stato come un insieme articolato di dispositivi, ciascuno dotato di un proprio specifico regime di verità. di produzione della conoscenza e di funzionalità sociopolitica, si esplorano le convergenze e le divergenze tra le forme di identificazione dei cittadini basate sull'iscrizione allo Stato civile e quelle biometriche, basate sul riconoscimento dei corpi e/o dei segni che vi sono iscritti (impronte digitali, iride ecc.) . Se nel primo caso l'identificazione è finalizzata all'inclusione nella governamentalità e all'esercizio della cittadinanza, nel secondo essa è destinata alla sorveglianza e alla repressione del crimine. In connessione con l'opposizione tra persona sociale e identità biometrica disegnata dal filosofo Giorgio Agamben, si esplorano le conseguenze delle nuove forme di governamentalità fondate sull'identificazione biometrica.

Cutolo, A. (2017). Dallo Stato di carta allo Stato post-sociale. Identità personale, biometria e cittadinanza nella prospettiva antropologica.. In C.D.P. Fabio Dei (a cura di), Stato, violenza, libertà (pp. 153-173). Roma : Donzelli Editore.

Dallo Stato di carta allo Stato post-sociale. Identità personale, biometria e cittadinanza nella prospettiva antropologica.

Cutolo Armando
2017

Abstract

Il contributo esamina i rapporti tra Stato e costruzione dell'identità personale-legale dalla prospettiva antropologica. Intendendo lo Stato come un insieme articolato di dispositivi, ciascuno dotato di un proprio specifico regime di verità. di produzione della conoscenza e di funzionalità sociopolitica, si esplorano le convergenze e le divergenze tra le forme di identificazione dei cittadini basate sull'iscrizione allo Stato civile e quelle biometriche, basate sul riconoscimento dei corpi e/o dei segni che vi sono iscritti (impronte digitali, iride ecc.) . Se nel primo caso l'identificazione è finalizzata all'inclusione nella governamentalità e all'esercizio della cittadinanza, nel secondo essa è destinata alla sorveglianza e alla repressione del crimine. In connessione con l'opposizione tra persona sociale e identità biometrica disegnata dal filosofo Giorgio Agamben, si esplorano le conseguenze delle nuove forme di governamentalità fondate sull'identificazione biometrica.
978-88-6843-689-6
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Stato di carta e Stato post-sociale.pdf

non disponibili

Tipologia: Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.3 MB
Formato Adobe PDF
5.3 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/1032683