Fides penes auctorem: Seneca e la garanzia delle fonti