La carta manoscritta del Granducato di Toscana al 100.000 dell’Archivio Nazionale di Praga e i rapporti con la mappa
 perduta di Giovanni Inghirami del 1831