The critical edition concerns six cantatas for solo voice by Alessandro Stradella, that are part of a manuscript found by the editor in the Malipiero collection, Giorgio Cini Foundation, Venice, during a research campaign in 2012. The edition of the cantatas, that were unknown to the thematic catalogs of the composer (Jander and Giancurco/McCrickard), is opened by an extensive introduction that explores relevant topics to scholars in the field of seventeenth-century music. Indeed, it examines the production and circulation of the Venetian manuscript, the relationship between Stradella and his patrons, the poets with whom the composer collaborated, the sources of inspiration for the cantatas (e.g. Tasso's poem Gerusalemme liberata), the musical form in connection to text. This edition, then in press, was used by M° René Jacobs for the first modern performance of the cantatas (Venice, Cini Foundation, 2014) and, in 2016, by M° Alessandro De Marchi (Basel, Schola Cantorum).

L'edizione critica riguarda sei cantate a voce sola di Alessandro Stradella facenti parte di un manoscritto rinvenuto dalla curatrice nel fondo Gian Francesco Malipiero della Fondazione Giorgio Cini di Venezia durante una campagna di ricerca (2012). L'edizione delle sei cantate, sconosciute ai cataloghi tematici stradelliani (Jander e Gianturco/McCrickard), è corredata da un'ampia introduzione che approfondisce temi cari agli studi sulla produzione e circolazione della musica da camera del Seicento, ponendo l'accento sul rapporto tra Stradella e i suoi mecenati veneziani, sui poeti per musica con cui il compositore collaborò, sulle fonti di ispirazione delle cantate (di particolare interesse per la ricezione di Tasso attraverso la musica), sulla forma musicale in relazione alla struttura del testo. La presente edizione, allora in corso di stampa, è stata utilizzata dal M° René Jacobs per la prima esecuzione moderna delle cantate (Venezia, Fondazione Cini, 2014) e, nel 2016, dal M° Alessandro De Marchi (Basel, Schola Cantorum).

Giovani, G. (2015). Alessandro Stradella, Sei cantate a voce sola dal manoscritto appartenuto a Gian Francesco Malipiero. Kassel : Baerenreiter.

Alessandro Stradella, Sei cantate a voce sola dal manoscritto appartenuto a Gian Francesco Malipiero

GIOVANI, GIULIA
2015

Abstract

L'edizione critica riguarda sei cantate a voce sola di Alessandro Stradella facenti parte di un manoscritto rinvenuto dalla curatrice nel fondo Gian Francesco Malipiero della Fondazione Giorgio Cini di Venezia durante una campagna di ricerca (2012). L'edizione delle sei cantate, sconosciute ai cataloghi tematici stradelliani (Jander e Gianturco/McCrickard), è corredata da un'ampia introduzione che approfondisce temi cari agli studi sulla produzione e circolazione della musica da camera del Seicento, ponendo l'accento sul rapporto tra Stradella e i suoi mecenati veneziani, sui poeti per musica con cui il compositore collaborò, sulle fonti di ispirazione delle cantate (di particolare interesse per la ricezione di Tasso attraverso la musica), sulla forma musicale in relazione alla struttura del testo. La presente edizione, allora in corso di stampa, è stata utilizzata dal M° René Jacobs per la prima esecuzione moderna delle cantate (Venezia, Fondazione Cini, 2014) e, nel 2016, dal M° Alessandro De Marchi (Basel, Schola Cantorum).
9790006559817
The critical edition concerns six cantatas for solo voice by Alessandro Stradella, that are part of a manuscript found by the editor in the Malipiero collection, Giorgio Cini Foundation, Venice, during a research campaign in 2012. The edition of the cantatas, that were unknown to the thematic catalogs of the composer (Jander and Giancurco/McCrickard), is opened by an extensive introduction that explores relevant topics to scholars in the field of seventeenth-century music. Indeed, it examines the production and circulation of the Venetian manuscript, the relationship between Stradella and his patrons, the poets with whom the composer collaborated, the sources of inspiration for the cantatas (e.g. Tasso's poem Gerusalemme liberata), the musical form in connection to text. This edition, then in press, was used by M° René Jacobs for the first modern performance of the cantatas (Venice, Cini Foundation, 2014) and, in 2016, by M° Alessandro De Marchi (Basel, Schola Cantorum).
Giovani, G. (2015). Alessandro Stradella, Sei cantate a voce sola dal manoscritto appartenuto a Gian Francesco Malipiero. Kassel : Baerenreiter.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2015_edizione Stradella-Giovani_compressed.pdf

non disponibili

Tipologia: PDF editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 4.73 MB
Formato Adobe PDF
4.73 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11365/1020206